Ghiaie della Furba 2004

Nato nel 1979 da un’idea di Ugo e Vittorio Contini Bonacossi, che volevano produrre a Carmignano un vino con un uvaggio bordolese. La prima vigna, composta da Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc e Merlot era situata sul terreno ghiaioso alluvionale del torrente Furba, da cui prende il nome.
Nel 1992, quando è entrata in produzione la vigna S. Alessandro, interamente di Cabernet Sauvignon, l’uvaggio è stato modificato; nel 1998 è stato aggiunto il Syrah. Attualmente il vino è costituito da un blend di Cabernet Sauvignon (60%) Merlot (30%) e Syrah (10%). Il Ghiaie della Furba si affina per un anno in barriques e per cica 2 anni in bottiglia.

GHIAIE DELLA FURBA 2004

4 grappoli, Duemilavini 2009: rubino, impenetrabile e consistente. Spettro aromatico di eccellente livello, con ricordi di confettura di frutti di bosco, cassis e crema caffè, resina e pepe, finale leggermente torbato. Al gusto si esprime corposo, appena sbilanciato a causa di una importante spalla acida, che ne garantisce la longevità, e di un patrimonio tannico di qualità ma ancora protagonista assoluto. Vinificato in acciaio, matura 14 mesi in barrique. Non filtrato, affina in bottiglia almeno 18 mesi. Arrosto di manzo.